Scheda articolo : 194460
Att. a Giuseppe Bottani (1717-1784), Madonna, Olio su tavola
Epoca: Settecento

Att. a Giuseppe Bottani (Cremona, 1717 - Mantova, 1784)

Madonna

Olio su tavola, cm 41 x 50 

 

La tavola in esame si riconduce a artista cremonese il quale, educatosi a Firenze nella bottega di Antonio Puglieschi e Vincenzo Meucci, giunse a Roma nel 1735, dove completò la sua formazione con Agostino Masucci. Nel 1758 fu accolto all'Accademia di San Luca. Durante il periodo romano eseguì una serie di ritratti (Autoritratto; Ritratto della moglie di Luigi Valadier) e pale d'altare (una per Sant'Andrea delle Fratte, una per Milano oggi a Brera, diverse per Pontremoli) aderendo ai primi fermenti del nascente neoclassicismo ma non dimenticando i dettami della pittura classicista del XVII secolo, in particolare di Carlo Maratta.

Nel 1769, per volontà di Maria Teresa d'Austria fu nominato insegnante di pittura e direttore della neonata Accademia di Mantova, città dove concluse la sua carriera e visse gli ultimi quindici anni di vita.

Come precedentemente asserito, in giovane età il Bottani si trasferì a Roma frequentando la bottega di Agostino Masucci, senza trascurare lo studio dell'antico e dei classicisti bolognesi del Seicento. L'immagine, infatti, denota l'influenza di Guido Reni e interessanti analogie con le opere di Francesco Trevisani. A supporto dell'attribuzione ricordiamo la simile composizione apparsa sul mercato antiquario fiorentino ed attribuita dallo stesso Zeri alla mano del Bottani. Vi si riscontra lo stesso trattamento delle labbra socchiuse e degli occhi assorti rivolti al cielo. Allo stesso modo si può condurre un ulteriore confronto con la pala custodita nel Metropolitan Museum of Arts di New York raffigurante la Partenza di S. Paola e Eustachio per la Terra Santa, e la pala d’altare raffigurante l’Assunta presso la sede parrocchiale di San Gregorio di Sassola.

Le opere do Giuseppe Bottani sono esposte, oltre che al Metropolitan Museum di New York, anche alla galleria Sabauda di Torino, alla Pinacoteca di Brera e al Palazzo Ducale di Mantova.

Content for class "clear" Goes Here