Scheda articolo : 189664
XVII secolo, Aquila, Legno
Epoca: Seicento

XVII secolo

Aquila

Legno, cm 57 x 47

 

L’aquila, regina dei cieli, ha assunto sin dall’antichità significati legati alla potenza e alla vittoria, rivestendo un ruolo molto importante nella storia della simbologia europea. Nella mitologia, l'aquila divine l'uccello sacro a Giove, divinità suprema, tanto da impersonare il suo attributo per eccellenza e spesso, in questa veste, stringe delle folgori tra gli artigli.

Anche nell’età romana, nella fase della Repubblica, l'aquila è considerata animale divino e superiore. Le insegne con l'aquila sono state adottate nella Roma imperiale quale simbolo di potere, e venivano poste sugli stendardi delle legioni dell'esercito.

In epoche successive, l’aquila viene frequentemente ripresa da tutte le nazioni che intendevano emulare l’immagine di Roma: si pensi a Carlo Magno, a Napoleone e infine agli Stati Uniti, dei quali è simbolo.

Anche la chiesa cattolica prende a sua volta spunto dal fatto che essa è emblema di spiritualità: l'aquila diviene, ad esempio, simbolo di san Giovanni, il più spirituale dei quattro Evangelisti.

Nella scultura analizzata, realizzata nel XVII secolo, l'animale è ritratto con le ali aperte e i suoi artigli poggiano saldamente su un globo e uno scudo. L'aquila è elegantemente scolpita a tuttotondo, particolare attenzione è stata riservata alla resa realistica e dettagliata del piumaggio, ma anche al comportamento della regina dei cieli che rivolge il suo sguardo altero verso lo spettatore.

 

Content for class "clear" Goes Here