Scheda articolo : 181682
XVIII secolo, Angelo inginocchiato, Legno policromo
Epoca: Settecento

XVIII secolo,

Angelo inginocchiato,

Legno policromo, cm 69 x 40 x 33

 

La scultura lignea policroma e finemente dorata, avvolta in un ricercato panneggio, è ascrivibile cronologicamente alla prima metà del XVIII secolo. La figura è inginocchiata e sorretta da una base lignea, essa tiene il busto fieramente dritto e con entrambe le braccia aperte, con una delle mani dischiusa, mentre nell'altra due dita si chiudono attorno ad un oggetto sottile, che purtroppo è andato perduto. Il movimento, l’esuberanza e l'analisi dettagliata dell’intaglio, in particolar modo nella realizzazione delle ali con la definizione delle piume e il leggero movimento a cui sono sottoposte, soprattutto se la figura viene vista di profilo, risultano elementi prioritari nella composizione strutturale, rappresentando in questo modo l’eleganza e la raffinatezza del gusto per il naturalismo e il realismo. L'angelo in analisi risulta in linea con la diffusa tradizione iconografica: è infatti qui rappresentato con la fisionomia di un giovane con i capelli leggermente ondulati da morbidi ricci. Preziosa è anche la resa cromatica, imperniata soprattutto sul contrasto tra la luminosità dell’oro e la delicatezza del roseo incarnato, soprattutto quello delle gote velate da un sano rossore. La policromia esalta il volto contraddistinto da una serena e fiera ieraticità. L'angelo è sostenuto da un basamento sagomato in legno. Il panneggio del manto si risolve in una curiosa foggia, mostrando un'apertura che lascia scoperta parte della gamba genuflessa. L’accentuata voluminosità del panneggio dona all'opera uno straordinario senso di leggerezza e volatilità, conferendo alla figura un aspetto elegante e leggiadro.

 

 

 

 

Content for class "clear" Goes Here