Scheda articolo : 170909
Friedrich Schlegel (1865 – 1935), Arena Romana, Olio su tela, cm 90 x 124
Epoca: Ottocento

Friedrich Schlegel (Praga, 1865 – Vienna, 1935)

Arena Romana

Olio su tela, cm 90 x 124

Firmato in basso a sinistra Friedr. Schlegel. Wien

 

La tela analizzata è firmata dal pittore Friedrich Schlegel, noto anche come Moritz Friedrich Schlegel, nato a Praga nel 1865. Gran parte della sua carriera si svolse a Vienna, città dove fu allievo di Christian Griepenkerl (1839–1912).

Il suo stile e il suo genere sono unici, capaci di riunire echi diversi con un risultato dove storia, mito, fiaba e realtà si uniscono in un tempo che diventa vero e reale sulla tela, capace di accendere forti emozioni e sogni nell'osservatore.

Qui raffigura un soggetto di grande fascino, rappresentando il tumulto e la forza di un anfiteatro romano, dove, dopo la battaglia, di cui restano una spada e un elmo sulla sabbia, passano due figure femminili, senza veli, in equilibrio, una seduta e una in piedi su fiere feroci, tigri.

La sua pennellata rende contemporaneamente con grande cura e morbidezza sia il vivace manto delle tigri o il corpo delle due fanciulle sia la forza e vivacità dell'arena, dove nelle numerose figure, non perde mai l'attenzione al dettaglio. Bellissima la resa materica e atmosferica capace di trasmettere il pulviscolo di terra e sabbia generato dal movimento dello scontro precedente e delle figure.

I romani erano grandi amanti dei giochi gladiatori e delle venationes, ovvero spettacoli che comprendono animali, sia in forma di caccia più o meno ritualizzata, sia in forma di combattimento in cui uomini o animali vengono variamente penalizzati.

Questi giochi che godevano di grande fame e attenzione, iniziarono a crescere e svilupparsi nella prima età imperiale, diventando sempre più frequenti e popolari con il passare dei secoli.

Content for class "clear" Goes Here