Scheda articolo : 170309
XVIII Secolo, Profilo di gentildonna e gentiluomo, Cera Policroma, cm 22 x 16
Epoca: Settecento

XVIII Secolo

Profilo di gentildonna e gentiluomo

(2) Cera Policroma, cm 22 x 16; con cornice cm 32 x 26

Il raffinato dittico in esame raffigura due profili, di gentiluomo e gentildonna. Grande cura viene posta dall'artista nella definizione dei dettagli anatomici quanto nella resa delle vesti e del costume. Al di sotto dei ritratti due composizioni dal sapore allegorico arricchiscono l'opera.

Materia duttile e ben modellabile la cera è stata, per migliaia di anni, utilizzata in modi diversi: sia come materiale di appoggio per alcune tecniche artistiche (ad es. fusione a cera persa, pittura ad encausto, sia come vera e propria materia scultorea per fondere o modellare. L’importanza della cera nella storia della scultura è tuttavia innegabile. È il caso, per esempio, degli affreschi di Luca Signorelli nel Duomo di Orvieto. Sulla parete destra della cappella di San Brizio, nella scena che raffigura la Resurrezione della carne, sono presenti, infatti, pastiglie in cera ricoperte da foglia d’oro che decorano tutto il fondo del cielo e i lacunari che definiscono l’architettura che incornicia la scena.

Content for class "clear" Goes Here