Scheda articolo : 170090
XVII secolo, Putti volanti, Legno policromo e dorato, h. cm 70
Epoca: Seicento

XVII secolo

Putti volanti

Legno policromo e dorato, h. cm 70

La sculture in legno policromo e dorato raffigurano un'elegante coppia di putti volanti. Questo soggetto rappresenta un tema assai corrente nell’iconografia barocca: scultura, pittura, architettura risultano frequentemente arricchite da angeli e putti, legati ineluttabilmente al senso di gloria tipico dell’arte e dell’estetica seicentesca.

La figura di bambino, spesso alato, che compare in età rinascimentale e barocca nel ruolo di spirito angelico o di messaggero d’amore, risale all’antica iconografia greca e romana. Gli erotes greci, spiriti alati messaggeri degli dei che accompagnavano l’uomo nel corso di tutta la sua vita, erano derivazioni di Eros, dio dell’amore. Dopo l’età ellenistica la forma di Eros si fuse con la figura del genio della religione romana, analogo spirito guardiano che proteggeva l’anima di un uomo nel corso della sua vita e che alla fine la conduceva in cielo.

La teatralità, strettamente legata alla funzione comunicativa degli stessi, risulta tipica del linguaggio barocco, unitamente al dinamismo della posa: le gambe mosse e le braccia, colte in una posa di grande estro e fantasia, confermano tale caratteristica. Assai analitica risulta la resa della figura: la muscolatura resa con vibrante attenzione, i capelli intagliati ciocca per ciocca, le dita indagate con attenzione. Anche i dettagli apparentemente più minuti vengono scolpiti con la massima finezza, in particolare nel volto, come la resa morbida delle labbra.

Content for class "clear" Goes Here