Scheda articolo : 164609
Caspar Bernhard Hardy (1726 – 1819), L'EBREO e SAN BRUNO, Cera policroma
Epoca: Settecento

Caspar Bernhard Hardy (Colonia 1726 – 1819)

L'ebreo e San Bruno

Cera policroma, cm 24 x 20 x 6


La coppia di rilievi in cera policroma, raffiguranti S. Bruno e l'Ebreo individuano la mano di Caspar Bernhard Hardy (1726 - 1819), scultore tedesco, originario di Colonia. Interessante e di grande impatto un confronto con un cabinet tedesco battuto all'asta da Sotheby's, interamente decorato con raffigurazioni in cera dell'Hardy. L'Hardy fu vicario della cattedrale di Colonia e si dedicò alla scienza e all'arte, in particolare a realizzazioni ceroplastiche.

Hardy raggiunse una notevole popolarità alla quale contribuì indubbiamente il suo incontro con Goethe che mostrò per lui attenzione e acquistò otto sue cere per disporle nella propria camera da letto nel Castello di Tierfurt a Weimar. Goethe descrisse così i suoi lavori: Hardy «si dedicò a un genere molto piacevole modellando mezze figure in cera quasi a tutto tondo, che rappresentano le Stagioni e altri soggetti di genere: la giardiniera felice con frutta e verdure, il vecchio contadino che prega alla mensa, il pio moribondo. Queste figure sono contenute in cassette di vetro alte circa un piede e composte con una cera colorata... meritano di essere conservate in qualche museo di Colonia».

Una sua cera, raffigurante una figura di filosofo, simile per impostazione e stile a quelle qui analizzate è conservata presso il Museum of Art di Philadelphia.

Content for class "clear" Goes Here