Scheda articolo : 158554
Scuola lombarda, Inizio XVIII secolo, Storie della vita di san Giuseppe
Epoca: Settecento

Scuola lombarda, Inizio XVIII secolo

Storie della vita di san Giuseppe

(4) Olio su tela, cm 30 x 46, con cornice cm 37 x 54

 

La raffinata serie di quattro tele in esame individua per stile e impostazione la mano di un artista lombardo dell'inizio del XVIII secolo. Le composizioni, dallo spiccato gusto narrativo, risultano aggraziate dalla comune cornice mistilinea che inquadra gli episodi elegantemente, così come nella resa dei diversi personaggi e dei seducenti nei panneggi, accesi da vibranti contrasti fra luce e ombra. Le quinte architettoniche e l'impostazione delle opere sono mediate dalla cultura lombarda, tradotta in una sobria ricerca di teatralità a cui l'osservatore è invitato a partecipare.

Le quattro tele rappresentano episodi legati alla vita di san Giuseppe. All'età di circa trent'anni fu convocato dai sacerdoti al tempio, con altri scapoli della tribù di Davide, per prendere moglie. Giunti al tempio, i sacerdoti porsero a ciascuno dei pretendenti un ramo e comunicarono loro che la Vergine Maria di Nazareth avrebbe sposato colui il cui ramo avesse sviluppato un germoglio. Solamente il ramo di Giuseppe fiorì, come nella prima tela in esame, e in tal modo fu riconosciuto come sposo destinato dal Signore alla Santa Vergine. Gli altri episodi qui presentati fanno riferimento alla Natività, alla sua attività di falegname, in un momento familiare con il Bambin Gesù all'interno della falegnameria, e alle visioni angeliche ricevute in sogno. L'angelo, che visitò più volte Giuseppe, è una prova del ponte fra i misteri divini e l'umanità del falegname. In un primo momento l'angelo risolse la circostanza della gravidanza di Maria rivelando a Giuseppe l'origine divina del Bambino. Poi, a Betlemme, lo svegliò in piena notte spronandolo a partire per l'Egitto allo scopo di sfuggire alla furiosa strage ordinata da Erode. Infine, dopo la morte di Erode, l'angelo apparve a Giuseppe in Egitto per invitarlo a tornare a casa.

Content for class "clear" Goes Here