Scheda articolo : 157904
XVIII secolo, Vedute di Roma, (9) Tempera su carta
Epoca: Settecento

XVIII secolo

Vedute di Roma

(9) Tempera su carta, cm 9 x 14; con cornice cm 34 x 40

Nel corso del XVII si diffuse nell'aristocrazia la moda del Gran Tour, moda che proseguì anche nel XVIII e XIX secolo; il tradizionale viaggio effettuato con lo scopo di migliorare conoscenze e saperi poteva durare da qualche mese fino a tre o quattro anni e toccava i maggiori centri culturali europei, terminando di solito in Italia.

Iniziarono a diffondersi incisioni delle città, o dipinti di piccolo formato, realizzati per conservare memoria e ricordo di questo viaggio. Le nove tempere possono essere accostate a quest'uso, seppur caratterizzate da una qualità e un'attenzione decisamente superiori alla media.

Esempio tipico per Roma di questo fenomeno sono le incisioni del Piranesi segnate da un'intonazione drammatica, improntate ad un'idea di dignità e magnificenza tutta romana, espressa, come nei nove acquerelli, attraverso la grandiosità e l'isolamento degli elementi architettonici e dalle ridotte dimensioni delle figure, in modo da pervenire ad un sublime sentimento di grandezza del passato antico.

In queste nove carte troviamo rappresentati, il Campo Vaccino, l'attuale area dei Fori, la piazza del Campidoglio, creata dalla meravigliosa regia architettonica di Michelangelo, il Colosseo dall'esterno e dall'interno, piazza San Pietro, le rovine del Castello dell'Acqua Giulia, fontana ormai scomparsa nota anche come “Trofei di Mario”, per il ritrovamento di alcune sculture in età medioevale, probabilmente realizzata in età domizianea (81-96 d .C), la colonna traiana, realizzata dall'imperatore Traiano per celebrare la vittoria sui daci nel 113 d. C., i resti del tablinum (il salotto) e dell'abside della domus aurea, la grande villa urbana realizzata da Nerone fra il 64 - 68 d .C.

Sono caratterizzati da un'ottima qualità pittorica, evidente nella definizione degli spazi e delle architetture, rappresentati dal vero con grande attenzione del particolare e un forte senso monumentale a trasmettere la grandiosità dell'urbe. La presenza ricorrente in alcune carte di due giovani, uno vestito di rosso, l'altro di blu, può essere associata forse ai due giovani che stavano compiendo il grande viaggio.

Content for class "clear" Goes Here