Scheda articolo : 157032
Scuola Lombarda, XV secolo, Serie di formelle
Epoca: Quattrocento

Scuola Lombarda, XV secolo

Serie di formelle

(3) Tempera su tavola, cm cm 25 x 43; 22 x 50; cm 23 x 51

Rara coppia di formelle lignee, decorate con torri. L'uso di decorare i soffitti lignei con queste formelle era d’uso nelle case nobiliari del XV secolo e rappresentava, per la famiglia, un modo per valorizzare e mettere in risalto il proprio stato sociale. La nascita e la diffusione dell’uso delle tavolette dipinte in architettura è da riferirsi già al Medioevo in Europa e in Italia in Alto Adige e Trentino, essenzialmente nei castelli e nelle dimore signorili. I soffitti delle grandi sale erano di legno. Lunghe travi li percorrevano nel senso della larghezza, infisse nel muro con funzione portante e dotate di mensoloni per scaricare il peso. Piccoli travetti lignei a distanze regolari tra trave e trave, completavano la struttura dei soffitti dando luogo a riquadri geometrici quadrati o rettangolari. Lo spazio creato dall’incontro fra la trave principale e i travetti ad essa perpendicolari, sarà sfruttato per inserire le tavolette, quale elemento decorativo. Dipinte per lo più a tempera a vivaci colori, contenevano svariate rappresentazioni celebrative o di vita reale che oggi possiamo leggere come un vero repertorio di elementi di civiltà. L’uso si diffonde nell’Italia settentrionale e soprattutto in Lombardia dal Trecento al Quattrocento, fra Gotico e Umanesimo, quando il gusto è fortemente portato al colore, esteso a dipingere tutti i materiali e le superfici della casa. In Lombardia e specialmente a Brescia e Cremona, dove sono conservati diversi esempi del loro uso, si tratta, infatti, d’una tendenza di gusto e stile, a cui si uniforma gran parte degli edifici del periodo. Molti e i più importanti cicli di tavolette sono una serie di piccoli ritratti di personaggi veri o immaginari, ripetuti con varietà di particolari con una ripetitività in cui si rintraccia un rapporto fra arte e contesto sociale. La pittura locale su tavoletta, salvo rari casi, è sostanzialmente come sopraddetto di carattere profano. Spiccano alcuni soggetti e idee dominanti: il prestigio familiare, la cultura letteraria antica e del tempo, sogni e visioni dell’immaginario. Compaiono, così, dame e gentiluomini, stemmi di famiglie unite da complicate alleanze matrimoniali e politiche, animali reali e fantastici.

 

Content for class "clear" Goes Here