Scheda articolo : 127890
Rolo, XIX secolo, Tavolo intarsiato, Varie essenze lignee, alt. cm 74, larg. cm 59, prof. cm 59
Epoca: Ottocento

Nella città di Rolo, in provincia di Reggio Emilia, la fabbricazione di mobili intarsiati può vantare una lunga tradizione: già nel Settecento, infatti, si realizzavano arredi tutti intresciati, con intagli, dissegni e lavori particolari di legnami, richiesti e apprezzati, oltre che nel vicino Ducato di Modena e Reggio, in area bolognese.

Nell'ambito del mobilio prodotto in loco sotto l'influsso dello stile neoclassico, la decorazione ad intarsio ligneo conobbe una ricca fioritura. Gli ebanisti rolesi non solo adottarono i nuovi caratteri formali in voga, ma seppero anche elaborare un proprio lessico figurativo estremamente raffinato, di cui sono prova, ad esempio, le sottili decorazioni inserite "a buio", eseguite soprattutto con legni autoctoni.

Nella seconda metà del XIX secolo le numerose botteghe locali, adeguandosi alle mutate richieste del mercato, si specializzarono nella costruzione di tavoli da salotto intarsiati, che tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento furono venduti con successo anche all'estero.

Il raro ed importante tavolo qui analizzato, dalle contenute misure e proporzioni, presenta un piano quadrato con angoli smussati, sostenuto da un gambo centrale in noce massello, anch'esso impreziosito da un elegante motivo decorativo. Il piano presenta una lastronatura perimetrale di noce e al centro una decorazione molto fine e precisa ad intarsio di varie essenze lignee, quali acero, ciliegio, noce chiaro e noce scuro, che riproduce un disegno a scacchiera, incorniciata da un motivo a decorazione geometrica così da creare un esempio nella Tarsia Rolese fra i più curati.

 

Content for class "clear" Goes Here