Scheda articolo : 110326
Lo studio del pittore, Olio su tela, cm 35 x 60, Firmato e datato in basso a destra G. Linon, 1901.
Epoca: Primi del Novecento

Il dipinto qui analizzato descrive una vivace ed animata scena in via di svolgimento all'interno dello studio del pittore, ove si è appena registrato un accadimento in grado di suscitare l'ilarità delle due donne in secondo piano, probabilmente due modelle in attesa di essere ritratte. Le fanciulle interrompono la lezione di musica, distraendosi e portandosi le mani sul volto, a causa delle risate suscitate dal rovesciamento sul pavimento dei pennelli, della tavolozza, dei fogli e della poltrona del pittore, rimasto sorpreso in piedi, al centro del dipinto. Lo schiamazzo della scena pare contagiare anche i vari animali presenti: il cane in primo piano si rotola sul dorso mentre quello più piccolo si incuriosisce, il pappagallo verde sul trespolo agita le ali, i polli si dimenano aprendo i becchi e muovendo il piumaggio. L'artista definisce così il tono narrativo dell'opera, quasi si trattasse di una scena teatrale: gli stessi protagonisti, dai magniloquenti costumi di gusto seicentesco, paiono, nella loro gestualità accentuata, attori sul proscenio. Le ombre allungate a terra, prospetticamente definito dalle linee della pavimentazione, indicano il fascio luminoso proveniente da destra che, penetrando nella stanza, determina sottili trapassi chiaroscurali, in particolare nel panneggio poggiato sul cavalletto ligneo. La luce riflette ugualmente sui particolari più preziosi, come il giro di perle sul capo della modella o sui pizzi che adornano gli abiti.

La poltrona in noce con lo schienale in pelle, così come i due sgabelli in legno con piedi a volute, documentano il gusto dell'arredo dell'epoca che, come per le fogge dei costumi, recupera il secolo XVII, secondo un revival tipicamente ottocentesco. Sulla sinistra il paesaggio incorniciato, la grande elemosiniera lucente, lo stendardo ricamato, la tromba, la spada e la corazza, l'ampolla con i fiori, la statuetta antica documentano la presenza di oggetti riferibili all'attività del pittore.

L'opera, in conclusione, si caratterizza per un vivace realismo narrativo, capace di analizzare con sottigliezza ogni singolo elemento dello studio del pittore, conferendo vivacità ed immediatezza alla rappresentazione grazie anche all'utilizzo di una gamma cromatica accesa e luminosa.

Content for class "clear" Goes Here